Mozart trascendente con Pfeffer e Stenz

Una lettura particolare del Concerto per clarinetto insieme all'Orchestra della Toscanaxx

Foto: Marco Borelli



(...) Eppure la lettura ascoltata al Teatro Verdi ha tenuto conto anche di un altro aspetto: quella di essere una delle ultime composizioni di Mozart. Così il K.622 diventa una pagina introspettiva, dove il virtuosismo e la cantabilità sono vestite di una consapevolezza di un futuro di trascendenza, Questa patina apparente non spegne le luci, ma ne accende altre di intensità differente, Pfeffer, ben assecondato da direttore e orchestra con i quali ha inciso il lavoro mozartiano, ha reso questa atmosfera al meglio grazie alle sue doti tecniche e interpretative oltre che di confidenza con la pagina. Un'eccellenza mostrata anche nel fuori programma, L'Abenlied di Robert Schumann nella trascrizione di Ferruccio Busoni. (...)

Aktuelle Beiträge

Alle ansehen

Intervista su RAI3